top of page

Diabete e patente


L’accertamento dei requisiti psichici e fisici nei confronti dei soggetti affetti da diabete per il conseguimento, la revisione o la conferma delle patenti di categoria A, B, BE e sottocategorie, è effettuato dai medici specialisti nell’area della diabetologia e malattie del ricambio dell’U.S.L. che indicheranno l’eventuale scadenza entro la quale effettuare il successivo controllo medico cui è subordinata la conferma o la revisione della patente di guida. In sostanza il medico specialista è chiamato ad esprimere una valutazione (certificata) sul grado di rischio per la sicurezza alla guida, i cui livelli sono tre, cioè basso, medio ed elevato. Questa valutazione del medico specialista è finalizzata anche alla proposta di rinnovo, perché se il livello di rischio è BASSO, la proposta di rinnovo è: di 10 ANNI, se si ha un’età inferiore a 50 anni; di 5 ANNI, se l’età è compresa fra 50 e 70 anni; di 3 ANNI se età superiore a 70 anni (come i soggetti normoglicemici). Se il livello di rischio è MEDIO, la proposta di rinnovo è: di 5 ANNI, se l’età è inferiore a 50 anni; di 3 ANNI se l’età è compresa fra i 50 ed i 70 anni; di 1 ANNO se l’età è superiore a 70 anni. Se il lvello di rischio è ELEVATO, lo specialista invia il paziente alla Commissione Medico Legale. Questi i criteri adottati per la valutazione del rischio: 1. RISCHIO BASSO = Assenza di retinopatia, Assenza di neuropatia, Assenza di nefropatia, Ipertensione ben controllata, Assenza di ipoglicemie gravi e ricorrenti riferite negli ultimi 12 mesi, Capacità del soggetto di avvertire l’ipoglicemia e gestirla precocemente e adeguatamente, Controllo glicemico adeguato. 2. RISCHIO MEDIO = Uso di farmaci che possono indurre ipoglicemie gravi, Retinopatia non proliferante o proliferante, se con buona conservazione del visus, Neuropatia autonomica o sensitivo-motoria di grado lieve, se con buona conservazione della percezione sensitiva e delle capacità motorie, non trattata con farmaci specifici, Nefropatia se solo con microalbuminuria, Ipertensione se ben controllata, Assenza di ipoglicemie gravi e ricorrenti riferite negli ultimi 12 mesi, Capacità del soggetto di avvertire l’ipoglicemia e gestirla precocemente e adeguatamente. 3. RISCHIO ELEVATO = Retinopatia proliferante, con riduzione del visus, Neuropatia autonomica o sensitivo-motoria grave, con perdita della percezione sensitiva e delle capacità motorie, trattata con farmaci specifici, Nefropatia con insufficienza renale cronica; Ipertensione non controllata, TIA/Ictus, ischemia cardiaca recente (< 1 anno) o non ben controllata; Ipoglicemie gravi e ricorrenti riferite negli ultimi 12 mesi; Incapacità del soggetto di avvertire l’ipoglicemia e gestirla precocemente e adeguatamente. Ne consegue che dinanzi alla Commissione Medico Legale, integrata con Specialista Diabetologo, saranno inviati tutti coloro che hanno un rischio elevato, mentre i soggetti diabetici con rischio basso o medio possono, in possesso del certificato, ottenere il rilascio o il rinnovo presso qualunque medico abilitato ai sensi dell’Art. 119 del Codice della Strada. È infine opportuno ricordare che il medico specialista propone, (e quindi conclude la fase dell’accertamento), ma il medico abilitato o la Commissione Medico Legale (cui spetta la fase della concessione e/o del rinnovo della patente) possono concedere, non concedere, non rinnovare, o rinnovare per un periodo di tempo diverso da quello proposto nel certificato specialistico (minore o maggiore). E’ prevista sempre la visita medica presso la Commissione medica locale per i soggetti con diabete che chiedono il conseguimento, la revisione o la conferma delle patenti ‘professionali’ C, D, CE, DE.

(Tratto da Portale Diabete pubblicazione dell'Avv. Umberto Pantanella)


Ricordiamo che gli esami da portare al Medico Specialista Diabetologo per ottenere la valutazione certificata sono:

referto di visita oculistica con F.O., referto visita cardiologica con tracciato ECG (non antecedenti i 12 mesi), esami del sangue compreso emoglobina glicosilata ed indici funzionalità renale (creatinina e microalbuminuria) non antecedenti i tre mesi.

Inoltre per chi ha subito trattamento laser per retinopatia e va in Commissione Medica deve portare esame campo visivo al computer.


32 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti
bottom of page